Ultimi Commenti

    Cos’è un Fondo indicizzato ?

    Cos’è un Fondo indicizzato ?

     

    Nell’ambito dei Fondi Comuni d’Investimento, con l’espressione ‘Fondo indicizzato’ s’intende un fondo (OICR) la cui gestione è passiva anziché attiva.

    Sono ad esempio fondi indicizzati gli ETF (Exchange Traded Fund), che sono a tutti gli effetti degli OICR (Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio) come i fondi comuni non indicizzati, ma che, a differenza di quest’ultimi, si ‘limitano’ a seguire l’andamento di un indice finanziario, come ad esempio quello di Borsa Italiana, senza cercare di fare meglio di esso.

    I fondi indicizzati presentano di conseguenza in genere dei costi minori per i loro sottoscrittori rispetto ai fondi a gestione attiva, appunto perché necessitano di minori risorse di gestione, ma può avvenire che il loro rendimento sia inferiore ad un fondo non indicizzato della stessa categoria.

    Tuttavia, non è detto che un fondo comune non indicizzato realizzi in maniera certa performance migliori in confronto ad un analogo fondo indicizzato, poiché i suoi risultati dipendono dalla bontà ed efficacia della strategia di gestione attiva su di esso messa in atto dal suo gestore.

    Gli ETF, a differenza attualmente dei fondi comuni, sono compravendibili sul mercato borsistico.

     

    Fondi Comuni di Investimento presto acquistabili in Borsa ?

     

    Fondi Comuni di Investimento presto acquistabili in Borsa ?

     

    Col suo Avviso n. 19378 del 14 novembre 2014, Borsa Italiana ha reso noto le istruzioni per la quotazione in Borsa, sul mercato ETFplus, degli OICR aperti diversi dagli ETF, vale a dire dei Fondi Comuni d’Investimento.

    Ciò significa che dovrebbe essere possibile a breve acquistare e vendere i fondi comuni d’investimento direttamente in Borsa, come si fa ad esempio con azioni ed obbligazioni, seppur con aspetti particolari secondo quanto stabilito dall’Avviso sopra citato.

    La normativa precisata da tale Avviso entra in vigore l’1 dicembre 2014. Perché i fondi comuni siano effettivamente compravendibili in Borsa occorrerà però probabilmente aspettare un po’ di tempo, affinché tutti gli attori di mercato interessati si adeguino in merito.

    Ecco a seguire, in corsivo, l’estratto della parte iniziale dell’Avviso:

     

    MODIFICA AL REGOLAMENTO DEI MERCATI E RELATIVE ISTRUZIONI

    NEGOZIAZIONE DI OICR APERTI

    Facendo seguito all’avviso n. 16482 del 26 settembre 2013, si illustrano nel presente Avviso le modifiche al Regolamento dei mercati ed alle Istruzioni relative all’ammissione alle negoziazioni nel mercato ETFplus degli OICR aperti diversi dagli ETF.

    Tali modifiche entrano in vigore l’1 dicembre 2014.

    In particolare si prevede l’ammissione a negoziazione, su richiesta dell’emittente, di OICR aperti conformi alla direttiva 2009/65/CE (c.d. UCITS), che individuino un cd. “operatore incaricato” per la negoziazione giornaliera del differenziale tra acquisti e vendite di terzi e che comunichino giornalmente a Borsa Italiana il valore della quota o azione (NAV). Gli OICR aperti saranno negoziati in uno specifico segmento del mercato ETFplus, denominato segmento OICR aperti.

    Le negoziazioni avvengono mediante l’immissione nel book di proposte senza limite di prezzo. Le proposte in acquisto e in vendita saranno abbinate tenendo conto della priorità di tempo delle singole proposte e fino ad esaurimento delle quantità disponibili.

    I contratti eseguiti sono inoltrati ai servizi di liquidazione tramite X-TRM il giorno successivo a quello di conclusione dei contratti, e comunque in tempo per la liquidazione il terzo giorno di borsa aperta successivo a quello della loro conclusione.

    L’esecuzione dei contratti avviene sulla base del valore dell’azione o della quota dell’OICR aperto riferita al giorno di negoziazione e comunicata dall’emittente.

    Le negoziazioni non avvengono nelle giornate per le quali non vi è calcolo del valore della quota o azione (NAV).

    La trasparenza per gli operatori e il pubblico per le negoziazioni in discorso è assicurata attraverso i consueti canali di informativa. Tale informativa conterrà prezzi convenzionali, non essendo disponibile il prezzo di esecuzione del contratto (NAV) fino al giorno successivo; l’informativa sui contratti conclusi, aggiornata con i prezzi di esecuzione dei contratti, sarà fornita nel Listino Ufficiale del giorno successivo a quello di conclusione dei contratti.

    Si applicano le consuete procedure di gestione errori e, tenuto conto delle specifiche modalità di negoziazione, non si prevede l’individuazione di una specifica modalità di definizione dei prezzi teorici e di soglie di scostamento …

     

    L’Avviso n. 19378 di Borsa Italiana è consultabile al link http://www.borsaitaliana.it/borsaitaliana/regolamenti/avvisociu_pdf.htm